I 20 temi

Tema
4/20
 

Autorizzare l'apertura di ristoranti o negozi di alimentari nel centro storico solamente ad esercizi che vendono principalmente prodotti locali.

Nel marzo scorso il sindaco di Firenze Dario Nardella e la sua giunta hanno introdotto una norma molto discussa. Per proteggere i prodotti del made in Italy, e in controtendenza rispetto alla deregulation degli ultimi anni, è stato stabilito che nel settore alimentare e ristorazione possono aprire solo esercizi commerciali in cui si vendono per il 70% prodotti toscani. La norma è stata giustificata come un modo per limitare l'invasione dei prodotti alimentari globali e per proteggere i valori culturali del cibo nel centro storico.

Pro L'Italia è famosa in tutto il mondo per il suo cibo e la sua tradizione alimentare. La decisione di autorizzare l'apertura solo di un certo tipo di esercizi commerciali, specie nel centro storico, è una scelta di buon senso. Non si tratta di discriminazione culturale. Si sta semplicemente valorizzando una delle cose che rendono le nostre città uniche nel mondo. Una scelta motivata anche dal tentativo di fermare il crescente numero di mini-market nel centro storico che vendono alcolici e che rimangono aperti fino a notte fonda.

Contro Si tratta di una discriminazione. Il mondo cambia, così come cambiano le tradizioni culinarie. Per esempio negli Stati Uniti la cucina fusion fra diverse tradizioni è un’opportunità da sfruttare e non un pericolo da evitare. Non si può cercare di bloccare un cambiamento inevitabile. Se l’obbiettivo è colpire i mini-market aperti tutta la notte che vendono alcolici, basta assicurarsi che questi abbiano le dovute licenze, senza danneggiare i ristoranti in regola che hanno l’unica "colpa" di cucinare cibo non locale.

La posizione dei nostri 5.442 utenti sul tema
Le percentuali non sono statisticamente significative
AIRAUDO
AIRAUDO
Favorevole
APPENDINO
APPENDINO
Favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Occorre una pianificazione che incentivi la vendita e la diffusione di prodotti del territorio ma che nel contempo valorizzi e rappresenti le diversità culturali, alimentari e gastronomiche radicate sul territorio.
ARIOTTO
ARIOTTO
Contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
Il centro storico è già abbastanza elitario e snob così senza restringere ancora gli spazi di libertà.
DEL PERO
DEL PERO
Tendenzialmente contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
Secondo noi è il mercato e quindi la domanda che seleziona naturalmente quali attività sono profittevoli, diverso è il discorso dei negozi di vicinato che devono essere incentivati attraverso la riduzione dell'imposizione fiscale utili a ricreare quella "comunità" che negli anni si è persa.
DEVOTI
DEVOTI
Tendenzialmente contrario/a
FASSINO
FASSINO
Tendenzialmente contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
L'offerta deve essere ampia, pur riconoscendo una particolare attenzione alla produzione locale ma un'ampia scelta commerciale deve rimanere caratteristica del nostro tessuto di imprese. Tanto più offriamo ai cittadini e ai tantissimi turisti una offerta varia, tanto renderemo la nostra città accogliente.
LEVI
LEVI
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Incentivare il commercio di prodotti locali è certamente una bella iniziativa che fa bene al territorio, ma credo esistano vie di mezzo rispetto all’ “autorizzare solamente”, ovvero negare qualsiasi altra forma di commercio
MORANO
MORANO
Contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
Il centro di Torino deve essere attrattivo e offrire scelta e opportunità per ogni borsa. Il problema non è l'origine dei prodotti, ma la qualità degli stessi e del servizio. Spesso certi negozi sono in contrasto con i valori ambientali delle zone auliche.
NAPOLI
NAPOLI
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Sarebbe un bel sogno da realizzare, ma bisogna fare i conti con la realtà: quindi valorizzare i prodotti locali, e permettere anche la vendita di altri richiesti dal mercato però puntando sempre sulla qualità
RACCA
RACCA
Tendenzialmente contrario/a
RIZZO
RIZZO
Molto favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
La globalizzazione capitalistica produce la scomparsa del piccolo commercio autoctono che va protetto e rilanciato contro lo strapotere dei grandi gruppi della distribuzione commerciale.
USSEGLIO
USSEGLIO
Favorevole